Sabato 16 e domenica 17 ottobre sarò al Salone del Libro di Torino, presso lo stand dell'editore Edikit, per promuovere "il gioco dei Dumpire" e rispondere a tutte le domande che vorrete farmi.

Vi aspetto al Padiglione 2, stand F 18. Venite a scoprire tutto sui dumpire e su altre storie fantastiche disponibili nel catalogo Edikit.

 

 

 

L'editore EdiKit ha ripubblicato il mio romanzo "il gioco dei Dumpire", questa volta in edizione cartacea. Il romanzo era già stato pubblicato da Delos Digital solo in formato ebook. Ho sempre cercato una possibilità di stamparlo e finalmente è diventato realtà.

Sabato 11 settembre alle ore 16.40 io e Tommaso Marzaroli abbiamo presentato questa nuova edizione rivista all'interno di Stranimondi, l'attesa fiera dell'editoria fantastica che torna ad essere un ritrovo di persoa, dopo un anno di edizione forzatamente on-line. Sono davvero soddisfatto di questa riedizione, impreziosita dalla bellissima copertina realizzata dall'amico Daniele Tribi che non ringrazierò mai abbastanza.

Ecco alcune recensioni del romanzo "Il gioco dei Dumpire":

carezzedicarta.altervista.org

sognidicartaealtrestorie.wordpress.com (precedente edizione Delos Digital)

www.iyezine.com (precedente edizione Delos Digital)

Chi sono i Dumpire? Per dirla brevemente, sono agenti dello spionaggio industriale ai quali viene impiantata una protesi cibernetica nei denti che consente la lettura del pensiero. Il Dumpire deve solo mordere la propria vittima ad un nervo e la protesi lo metterà in collegamento con la coscienza della preda. Da quel momento, tutto ciò che la vittima pensa, prova o ricorda è di completo dominio del Dumpire.

Ma i Dumpire non sono solo questo. Come spesso succede, il mercato crea a proprio uso e consumo delle nuove categorie sociali che finisco per acquisire vita propria. Ecco quindi che i Dumpire diventano molte cose. Prima di tutto, divengono un pericolo per la società, perché mordere i pensieri altrui è assimilabile ad assumere una droga. Questo li rende famelici, spietati e disperati.

Ma i Dumpire sono anche altro, forse persino un nuovo passo nel percorso evolutivo dell'umanità, dal momento che sono in grado di percepire le emozioni altrui in purezza, senza il filtro distorcente e inadeguato delle parole. Solitudine, depressione, alienazione, quante piaghe tipiche di una società avanzata e ipercapitalista sono in grado di superare queste creature così umane, eppure così aliene e reiette?

Il gioco dei Dumpire è parte di un ciclo di tre titoli. Gli seguirà infatti Le strade di Lamion, già terminato, e infine il conclusivo Aurora.

Durante la notte della Storia, quando l'umanità viveva avvolta nell'ignoranza e nella superstizione, la gente temeva che i vampiri potessero succhiare via la vita con i loro morsi, goccia di sangue dopo goccia di sangue. Ma alla fine del ventunesimo secolo questa idea fa sorridere. L'umanità è cresciuta, abbandonando costumi primitivi e diventando una raffinata macchina per lo sfruttamento reciproco. Ora che la vita non vale più niente, la posta in gioco è cambiata: informazioni! Solo le informazioni hanno un valore.

Per estrarre l'oro del ventunesimo secolo, le più grandi Corporation hanno creato una nuova perversione dell'essere umano: il dumpire. Grazie ad una protesi neuro-dentale chiamata bit-bite innestata sull'arcata superiore, si sono dotate di un esercito di spie in grado di estorcere informazioni anche al più ostinato depositario, scaricandogliele direttamente dal sistema nervoso. Basta un morso ben piantato su di un nervo e boom! Fiumi di informazioni liberamente disponibili, dritte nel cervello del Dumpire.

Perciò attenzione! Se ti guadagni da vivere facendo il diplomatico, l'inventore, lo scienziato, il militare, il banchiere o il CEO di una dot.com, non abbassare mai la guardia. I Dumpire si muovono silenziosi. Sanno dove vivi, come ti muovi e con chi lo fai. Se non tieni alta la guardia, potresti svegliarti di soprassalto nel cuore della notte, giusto in tempo per sentire il midollo che si spezza nella stretta dei loro denti artificiali. Griderai, ti dimenerai, cercherai di salvarti, ma non funzionerà, perché i Dumpire non si fermano davanti a nulla. Non sei tu che gli interessi, ma quello che c'è dentro la tua testa, e in un modo o nell'altro te lo tireranno fuori.

Loro sono dumpires e tu sei la loro preda.

Cookie policy

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.